« Jacques SOULAS (France) | Main | Luc VESSEAUX (France) »

Comments

Feed You can follow this conversation by subscribing to the comment feed for this post.

Yoshitaka  Nakamura

大阪 BANストリング 中村です

お疲れ様です

フレンチのお話

また 聞かせてください

お体にお気をつけて

Thomas

I can't tell you the number of times I've been amazed by Toru's cross weaving technique. Keep it up!

ALESSANDRO MAUGERI:FROM ROME TO FUKUOKA

"FROM ROME TO FUKUOKA"
ALESSANDRO MAUGERI E LA CULTURA ITALIANA IN GIAPPONE
di Meg Lante Della Rovere

Un pomeriggio per nulla invernale di una tiepida Roma a pochi passi dal Pantheon e' la cornice di questo mio incontro con Alessandro Maugeri , brillante quanto riservato produttore televisivo di nicchia ,esperto uomo di spettacolo e di comunicazione di consumata esperienza , oggi mediatore e promotore del Made in Italy all'Estero,in Giappone , per un'operazione di cui sono venuta a conoscenza , in ambienti istituzionali , e che ,oltre ad avermi incuriosita , mi ha spinto ad approfondire .
Avevo gia' avuto un incontro con Alessandro Maugeri , in occasione di una sua programmazione televisiva sulle Pari Opportunita' al Mondo e che mi ha vista ospite nel suo talk show tutto al femminile in una suite tutta rossa dell'Hotel Bernini Bristol della Capitale,allora sua sfarzosa location.
Il ruolo e' cambiato adesso ma le mire sono sempre piu' alte.
Meg
Ho ascoltato una tua intervista su un canale satellitare dove parli del tuo progetto di "colonizzazione" culturale di un Paese dell'Asia...
Alessandro
Ovviamente stai scherzando!Promozione e diffusione.certamente sensibilizzazione.Colonizzazione e' un po' arrogante...Sto lavorando da qualche anno sulla conoscenza del Giappone e tutti quegli aspetti di insondabilita' che mi hanno portato a pensare ad una sorta di sfida. Oggi ho pensato di dedicare la mia vita a questo e senz'altro il mio futuro .Ho una discreta conoscenza del giappone sotto vari punti di vista e per certi versi ci sono fin troppo coinvolto. Ma questo e' un tornaconto positivo . Si,ho deciso che il Giappone sara' a breve la mia seconda base di tutto . Per certi versi gia' lo e' , ma per altri motivi che esulano dal discorso lavorativo. Ma preferisco parlare solo di lavoro,per quanto ti anticipo che sara' dura sintetizzare in quanto l'argomento e' prettamente specialistico.Semplificarlo e' quasi una mortificazione del tutto.
Meg
Ma siamo per questo! Iniziamo da come hai pensato a tutto cio.
Alessandro
Stavo pensando al Giappone da un po',a dir il vero . Mi aveva sempre incuriosito,per via del suo teatro, della danza e altro . Un anno fa pensai di portare un concerto in giro per varie tappe proprio li' .Ma non volevo essere soltanto un viaggiatore occasionale. Ho invece cercato di dare uno spessore e una giustificazione ,come in tutte le cose che faccio , a quest'operazione . Allora mi rivolsi ad un importante istituzione della Lingua Italiana nel Mondo , a cui presentai un progetto che aveva come obbiettivo la sensibilizzazione appunto della lingua Italiana , in un Paese dove la cosa piu' chic e' imparare appunto la nostra lingua :il Giappone.
Meg
Ma come,partendo da un concerto?
Alessandro
Parlerei piu' di ricerca musicale che di concerto. Io ho recuperato un patrimonio musicale di trent'anni d'Italia ,dal 1930 al 1958 , che ho riarrangiato in una mia chiave di stile , che in Giappone hanno definito "ultralounge" ,e che mi serviva come strumento per poter veicolare il mio progetto . Quindi diventare il testimonial del mio progetto , coadiuvato da un pianista che mi permettesse, attraverso la musica e il suono della lingua Italiana di colpire il segno e in maniera accattivante ,puntando ad un target quanto mai distribuito ed ero sicuro di riuscire. Perche' credo nella musica , nella nostra musica , nel nostro patrimonio culturale e nella passione che ti porta a trasformare un concerto,una performance , in un operazione di mediazione e promozione culturale internazionale.
Meg
E ci sei riuscito?
Alessandro
Sono riuscito intanto ad ottenere in tempo reale un patrocinio che mi ha aperto le porte al di la' del Pacifico e anche qui,per poter discutere a proposito di qualcosa che non c'era e che andava fatta . ben presto ho avvertito la necessita' di rendere piu' corposo un progetto che , nasceva dal voler puntualizzare cambiamenti di formule lessicali attraverso la musica dimostrando anche che , no e' assolutamente vero ,che la lingua Italiana , mal si adatta a generi che non siano esclusivamente melodia e la nostra tradizionale "musica leggera ". La mia ricerca ha dimostrato questo ,attraverso i precursori di tanti stili tra i quali primeggia natalino Otto.
Meg
Ma l'evoluzione del progetto?
Alessandro
Il progetto ha naturalmente avuto un riscontro nelle piu' alte sedi istituzionali che hanno riconosciuto il valore e la sincerita' del mio intento,oltre alla mia passione. E mi e' stato suggerito un percorso diverso e "piu' importante". Ho stretto partneriato con l?universita' degli Studi Roma3 di Roma che ha apprezzato la mia idea, l'ha patrocinata e mi permettera', quest'alleanza , di proiettarmi verso mete ancora piu' ambiziose.
Meg
Sempre con la musica?
Alessandro
Il progetto e' stato chiaramente risviluppato in funzione di un interesse di diverse Cattedre e dell'Ateneo . Coadiuvato dall'antropologa Prof.ssa Enrica Tedeschi del Dipartimento Studi Internazionali di Roma3 abbiamo ridisegnato la mission del progetto vertendo sulla finalita' di organizzare gemellaggi tra la nostra Universita' Italiana e quelle Giapponesi. Un lavoro poco semplices se pensiamo ad un Paese dove l''Inglese non e' una condizione necessaria . Insieme alla "stretta di mano storica " che rendero' esecutiva , proporro' nelle Sedi Istituzionali ed Accademiche , saggi della nostra Cultura ,filtrati da una mia scelta e sensibilita' che spero risulteranno accattivanti,motivo d'interesse e approfondimento dall'utenza nIpponica che andro' a incontrare . E sara' spunto per giornate di studio,laboratori , convegni ,ma anche in futuro Borse di Studio per studenti Giapponesi che saranno accolti in Italia nella nostra Universita'.
Questa e' stata un'intuizione motivata dall'esperienza e suggerita dall'intelligenza del Preside della Facolta' di SCienze POlitiche dell'Universita' Roma3 ,il Prpf. Francesco Guida ,che ha capito l'importanza della proiezione di questo mio progetto di promozione e dell'uNiversita' nostra all'Estero. E sono orgoglioso di questo.
Meg
E quest'operazione la porti avanti da solo?
Alessandro
Ovviamente mi avvalgo di una rete specialistica. Ho stretto collaborazione con un'eccellente Associazione Culturale formata da giovani studiosi orientalisti e anche loro sono un fiore all'occhiello,insieme alla nostra Universita' del progetto.Loro sono "VERSORIENTE" e in Giappone faremo onore alla Cultura Italiana.Stiamo lavorando in maniera scientifica per produrre cose importanti. Saremo il punto di riferimento per la promozione della cultura italiana tra Italia e Giappone. Oltre agli Atenei del Sol Levante ci estenderemo a tutti i centri di cultura dove c'e' attenzione per l'Italia,in Giappone.
Non partiamo da Tokyo ma dal sud,da Fukuoka,che sara' la nostra base permanente e terreno di rete.Da li ci espanderemo. Ma Fukuoka e' gia' di per se impegnativa per tanti aspetti e importanza.E' inutile entrare nei dettagli per non appesantire la nostra conversazione.
Meg
C'e' un nome per questo ruolo in cui ti adoperi?Promoter?Promotore culturale?
Alessandro
Sono e siamo e saremo continuativamente Ambasciatori della Cultura Italiana in Giappone. L'universita' ci riconoscera' questo status e le Istituzioni Giapponesi neltempo anche.Bisogna seminare.I lavori sono iniziati adesso e la mia mira e' far crescere il tutto in maniera esponenziale .Dipende da noi e dalla nostra velocita' anche se dobbiamo confrontarci col pragmatismo Giapponese che per noi e' comunque un ostacolo in termini tempistici.
Meg
Sento in te tanta forza oltre che passione.Ma avrai trovato qualche difficolta'...
Alessandro
La difficolta' c'e' sempre quando lavori su progetti e se i progetti li crei tu . Il problema piu' grande,inizialmente e' quello della reperibilita' di fondi che consentono l'esecutivita' degli eventi.Mi son trovato dei muri davanti quando,cercando tra strutture che si occupano di fund raising , non riuscivo a comunicare. Il mio interlocutare non puo' essere un mero commerciale ma necessito di un referente colto e sensibile che capisca che una continuita' puo' portare a logici entusiasmanti conseguimenti. Eppure mi sono sentito dire aspramente :"Non siamo una Onlus.A noi interessa guadagnare e non lavorare".Ma io ho fede e non mi scoraggio mai.Sono un uomo in cerca che,per dirla alla coelho,non voglio pero' sembrarti retorico, cerca di realizzare la propria "Leggenda personale".
Meg
Hai trasmesso anche a me tante cose e mi hai persino incuriosito per viaggiare. Credo che la mia prossima tappa sara' il Giappone .
Alessandro
Potresti venire insieme a noi in occasione di uno dei nostri viaggi della cultura. Da sola potresti sentirti scompensata per tante cose.Ma credimi sara' una delle tue piu' grandi esperienze.Io sono innamorato del giappone.
Meg
Non manchero' allora di seguire tutti i tuoi passi e renderli noti.Grazie Alessandro,o devo chiamarti Ambasciatore?
Alessandro
Ma ti prego!!!Grazie a te della chiacchierata e a presto.


a cura di Meg Lante Della Rovere

MEG LANTE DELLA ROVERE

"ALESSANDRO MAUGERI E L' "ARTE ITALIANA A FUKUOKA"
("LA PIU' BELLA DEL MONDO " VOLA IN GIAPPONE)

di Meg Lante Della Rovere

Avevo promesso ad Alessandro Maugeri,mediatore culturale ormai internazionale,di seguirlo in questa sua non facile avventura del suo progetto "La piu' bella del Mondo" che mira a strette di mano istituzionali e dunque a gemellaggi tra l'Universita' degli Studi Roma3 di Roma e le Universita' Giapponesi,e che ,ampliandosi,diventa contenitore di eventi di promozione della cultura e in questo caso dell'arte Italiana in Giappone.
"ARTE ITALIANA A FUKUOKA" e' appunto il titolo dell'evento che vedra' l'inaugurazione di una collettiva di 15 artisti Italiani di talento,che esporranno a Fukuoka il 9 giugno 2009.

da un riassunto di intervista telefonica con Alessandro Maugeri:

Meg
Cosa rappresenta questa data e questo evento nell'ambito del tuo progetto "La piu' bella del mondo"?

Alessandro
Segna lo start di partenza di tutto e mira a creare un background sul territorio Giapponese in maniera informale,dal momento che l'obbiettivo principale e' il gemellaggio,anzi i gemellaggi.Ma adesso il progetto e' diventato un contenitore di piu' promozioni e questo mi viene reso possibile dal sodalizio con il prestigiosissimo "CENTRO ITALIANO DI FUKUOKA" del Prof. Doriano Sulis,che in occasione di questa data,verra' ufficializzato come trait d'union tra l'Universita' Italiana rappresentata dall'Universita' degli Studi Roma3,dalla Facolta' di Scienze Politiche del Preside Prof. Francesco Guida,e me in qualita' di mediatore per tutto.

Meg
Quindi non solo un'inaugurazione d'arte Italiana dall'altro lato del mondo ma anche un momento importante e storico per il tuo progetto...

Alessandro
Un momento squisitamente istituzionale, che tralaltro da il via ad un circuito di date che vorrei diventassero sempre piu' imminenti,ma questo dipende dagli artisti.
Mi spostero' anche sulle promozioni del territorio Italiano e anche qui saro' alla merce' della sensibilita' di personaggi che operano nelle Istituzioni regionali e locali,ma speriamo bene. Tutto e' positivo e io penso sempre positivo.

Meg
Mi accennavi a rallentamenti e incidenti di percorso...

Alessandro
Certo,succede.inevitabile.Anche se ne avrei fatto volentieri a meno.Ho cercato delle collaborazioni perche' devo necessariamente essere coadiuvato dal punto di vista scientifico da esperti.Ho fatto degli errori di valutazioni per troppo iniziale entusiasmo ma anche innocente fiducia.Questo si e' tradotto in una temporanea perdita di controllo che fortunatamente e' stata recuperata tempestivamente.Sono ancora alla ricerca di persone sane ed esperte,in questo caso preferibilmente orientalisti.
Non succedera' comunque piu' che qualcuno impunemente possa approfittare della situazione e per qualche delirio di onnipotenza improvviso,dettato dal dilettantismo e dalla non esperienza e dalla giovane eta',possa compromettere o rallentare un progetto cosi' importante su cui lavoro metodicamente da anni.

Meg
Ti ha aiutato qualcuno in quest'organizzazione del primo evento di promozione?

Alessandro
Si,certo. Ho avuto il piacere d'incontrare una dinamica ed esperta curatrice e tralaltro artista(espone pure lei a Fukuoka) che ha avuto il dispiacere di essere stata stressata da me con u tour de force lavorativo al quale forse non era abituata e certo meriterebbe una vacanza.Ma sono contento di aver trovato una figura tecnica in grado di supportarmi e con i miei ritmi che non sono facili perche' forse un po' veloci:ma tutto e' andato in maniera perfetta e nelle tempistiche previste.
Lei e' Antonietta Campilongo. Purtoppo non mi seguira' a Fukuoka perche' inaugura una mostra a Roma il 3 giugno. Stiamo tutti lavorando sodo.

Meg
Nella locandina si parla di un finissage a Roma..

Alessandro
Si,il 23 giugno incontreremo la stampa nei locali della Galleria La pigna di Roma,nel Palazzo Maffei Marescotti del Vicariato,e avro' il piacere di salutare personalmente tutti i 15 artisti che hanno avuto fiducia in quest'operazione di prestigio.
La Galleria La Pigna e' stata scelta da me come base per i resume degli eventi e per eventuali prossimi interscambi tra il Giappone e l'Italia. Sono certo di aver scelto bene per l'istituzionalita' del luogo,ma soprattutto per l'affetto e la stima che mi lega a questo posto da ormai quasi 10 anni,e nei confronti del Dott. Dante Fasciolo. Stima che mi auguro sia ricambiata come sempre.Anche loro saranno compagni di viaggio del progetto "La piu bella del mondo". La sera del 23 ufficializzeremo a Roma appunto questo sodalizio e sara' presente l'Universita' Roma3.

Io mi fermo qui,ripromettendomi di seguire il corso dell'evento e di riportare il resume' del finissage Romano ma anche del report di Fukuoka del 9 giugno.
E faccio i miei auguri al coraggioso Alessandro Maugeri in partenza per la sua amata Fukuoka per onorare l'immagine dell'arte e degli artisti Italiani.

Meg Lante Della Rovere

MEG LANTE DELLA ROVERE

ASPETTANDO IL 25 GIUGNO...
("La piu' bella del Mondo" torna a Roma)
di Meg Lante Della Rovere

Il 9 giugno 2009 si e' inaugurata a Fukuoka,in Giappone,la collettiva "ARTE ITALIANA A FUKUOKA" ribattezzata "15 artisti Italiani a Fukuoka" nel prestigioso plesso del TOYOTA BLDG e si e' conclusa il 14 giugno.
Non solo una mostra d'arte ma un momento storico,che sancisce l'accordo tra l'Universita' degli Studi Roma3 di Roma,Facolta' di Scienze politiche e Dipartimento Studi Internazionali e il CENTRO ITALIANO DI FUKUOKA dell'Italianissimo Prof. Doriano Sulis,attraverso la sapiente e raffinata opera di mediazione culturale internazionale di Alessandro Maugeri,esperto di comunicazione istituzionale,di Ambasciate ed Istituti di Cultuura Stranieri ,che con il suo progetto mira a gemellaggi tra la nostra Universita' e quelle Giapponesi,a dialoghi interculturali e di scambio e borse di studio per favorire il flusso reciproco tra docenti e studenti tra Italia e Giappone.
Un momento informale e diversificato per far partire il tutto con una vetrina-evento con cui far nascere il background appunto del progetto che poi avra' una sua naturale destinazione e corrispondenza con il Ministero degli Affari Esteri.
Il 25 giugno 2009 e' la data del finissage che si terra' a Roma alla Galleria "La Pigna",nel Palazzo Maffei Marescotti,sede del Vicariato a Roma,sede voluta da Maugeri per incornigiare giustamente di istituzionalita' e prestigio un progetto indiscutibile da questo punto di vista.

Meg
Avevamo gia' parlato in una precedente intervista della Galleria "La Pigna" di Roma,ma c'e' qualche motivo particolare per questo finissage?
Maugeri
Il 25 ci sara' una conferenza stampa ed un resume' dell'accaduto,con la presenza dell'Universita' Roma3 e della Facolta' di Scienze Politiche con cui sto collaborando,e si ufficializzera' anche con la struttura della Pigna un accordo che la vedra' protagonista,come base ufficiale per i nostri rientri,conferenze,e incontri ma anche mostre in Italia,a Roma.
Meg
La risposta Giapponese al tuo evento?
Maugeri
Non ero li' per una risposta ma per far partire ufficialmente il progetto "La piu' bella del Mondo".
L'Universita' Roma3,il giorno prima della mia partenza per Fukuoka ha inviato un documento di accordo ufficiale al Centro Italiano di Fukuoka che confermava l'accordo suggerito da me tra le parti e che vede il Centro del Prof. Doriano Sulis come referente unico di intermediazione con le Universita' Giapponesi.
L'Universita' ha anche appoggiato la mia idea di costruire,grazie soprattutto all'aiuto del Prof. Sulis,una catena continuativa di eventi e patrocinarli,perche' questi costituiscano un necessario background per il progetto,oltre che di esperienza e conoscenza del territorio e no ultimo di affiatamento sinergico col Centro.
Meg
Ma qualche impressione sarebbe opportuno elargirla...
Maugeri
Non ha senso da parte mia elargire impressioni .Sono un positivo e guardo sempre oltre pensando che il presente e' solo una fase transitoria pressoche' inesistente.Tutto serve per dopo e per il nostro continuo divenire.Non voglio fare il filosofo,ma non mi sento di tracciare una linea di commento sull'avvenuto.L'ho gia' fatto con la curatrice con cui mi tenevo costantemente in corrispondenza da Fukuoka a Roma,e con alcuni artisti con cui ho un rapporto un po' piu' personale.
Posso certo dire di ritenermi piu' che soddisfatto,e ancor piu' per lo storico accordo che si e' stabilito e che ci vedra' in futuro insieme e felicemente operativi.
Meg
Di cosa parliamo allora?Il Centro Italiano di Fukuoka...
Maugeri
Ottimo!Stavo per suggerire...ma un 'intervista non basterebbe per raccontare come ho vissuto questa conoscenza che mi ha riempito di fede e ottimismo per il futuro perche' ho finalmente trovato la giusta referenza i tutti i sensi che ho da sempre cercato.Per il mio progetto e' l'incontro importante da cui si sviluppera' il nuovo.
Meg
per essere piu' chiari?
Maugeri
Sono rimasto affascinato dalla figura del Prof. Doriano Sulis,uomo di incredibile esperienza e sapere,ma soprattutto di estrema e fine sensibilita' e di ineccepibile talento:un Artista con la A maiuscola oltre ad un uomo di prestigio che non ha smesso d'incantarmi per un secondo.Ho avvertito,standogli accanto,il trasudare d'esperienza di cui ci si puo' soltanto coinvolgere e arricchirsi.Estrema umanita' ed estremo rigore e assoluta professionalita'.
Il CENTRO ITALIANO DI FUKUOKA e' la sua creatura e ho sentito anche l'orgoglio dei suoi fidi collaboratori,persone di elevatissime capacita' e conoscenza ad ampio raggio che mi ha fatto sentire nostalgia poco dopo il mio saluto prima della partenza.
Vivendo a Fukuoka sarei felice di frequentare il Centro,ma anche questo e' un mio obbiettivo futuro,anche se personale.Non molto lontano,credo.
Meg
se vogliamo possiamo continuare su questa figura che ti ha colpito...
Maugeri
ma non sono qui per creare un personaggio perche' nessuno ne ha bisogno.Pero',se avro' un'intervista su quest'argomento saro' felice di dedicare al Centro e al Prof. Sulis uno spazio ampio perche' il Centro e' un'opera mirrabile di un uomo coraggioso e precursore che ha preferito l'indipendenza e si e' appoggiato a proprie energie e mezzi per non sottostare a compromessi istituzionali e oggi dopo 40 anni e' giustamente da considerarsi un'icona.
Io faro' di tutto perche' questo avvenga e il mio desiderio con il mio progetto e gli accordi istituzionali mira anche a questo.
Meg
Ho visitato il sito del Centro Italiano di Fukuoka ed e' interessante!
Maugeri
E' molto di piu'.E',ripeto un opera saientemente costruita negli anni con la pazienza e la determinazione e costanza del genio del Prof.Sulis.
Il Centro e' anche i suoi collaboratori e merita una nota l'ottimo Prof.Leonardo Marrone,giovane ma anche lui poliedrico oltre che preparatissimo,con cui abbiamo instaurato un buon feeling e abbiamo chiacchierato e riso su tanti interessi in comune,tra cui la musica.
E una deliziosa collaboratrice del Centro,Giapponese,la delicata Yoshimi Oniishi che mi ha stupito per l'estrema disponibilita' anche nei confronti degli artisti che con me da Roma hanno condiviso quest'esperienza della mostra e poi Roberto di cui adesso non ricordo il cognome,che pazientemente con la sua presenza nel Toyota Bldg si alternava.
Meg
Grande positivita'!
Maugeri
Ho gia' detto di essere rimasto deliziato dal Centro.
Meg
E adesso,dopo il 25?
Maugeri
Ripartono i lavori con l'Universita' e la revisione del progetto che tra poco riufficializzero' e firmero' insieme al Prof.Doriano Sulis perche' sono felice di condividere con lui il tutto,per la stima che mi ha infuso,oltre a tutto il resto.
Meg
Altri eventi?
Maugeri
Certamente.Questo era il primo e conto tra un mese di replicare.Quel che mi taglia le gambe in Italia sono i periodi festivi e pre-festivi che in Giappone non esistono o comunque sono solo di pochi giorni.Qui tutto si ferma,specie in estate o prima di natale e capodanno e li' c'e' un moto perpetuo.
Meg
Sembra che il tuo desiderio sia quello di cambiar area!
Maugeri
Io nasco a Messina e non immaginavo certo di trasferirmi prima a mIlano poi a Roma ne' di avere nella vita rapporti con il Giappone.Una volta che entri in un certo meccanismo non esistono difficolta' di pensiero e azione e la distanza e' solo un punto di vista poco importante e certamente non condizionante.Sarebbe un sogno per piu' motivi,per me vivere in Giappone e in particolare a Fukuoka.Ma perche' considerarlo uun sogno e non un ipotesi abbordabile come tutto il resto?
Meg
allora al 25 alla Galleria La Pigna!

Meg Lante Della Rovere

MEG LANTE DELLA ROVERE

INAUGURATA LA "SALA LEONARDO" A FUKUOKA
L'estro di Leonardo Marrone
per il Progetto ARS VIVENDI di Alessandro Maugeri & Doriano Sulis

Alessandro Maugeri e' rientrato da Fukuoka,Giappone,reduce da un evento come sempre di successo,nell'ambito del Progetto ARS VIVENDI scritto insieme al Prof. Doriano Sulis,Direttore del Centro Italiano di Cultura di Fukuoka,e oltre ai consueti consensi,ci rivela qualche novita' gia' anticipata in una mia precedente intervista.

MEG

Com'e' andata questa tua nuova avventura e quali sono le novita' ?

Maugeri

Ti avevo anticipato di una nuova location che sarebbe servita come luogo fisso per tutti gli eventi tra l'Italia e il Giappone che realizzo insieme al Centro Italiano di Fukuoka.
Questa stanza adesso e' ufficiale ma avremo tante altre prossime occasioni per ufficializzarla ancor di piu' e diversamente. Era importante un luogo fisso permanente che fosse il nostro punto di riferimento,compatibilmente,ovviamente,alle esigenze della rappresentazione.

MEG
E' stata un po' una sorpresa per te...

Maugeri

Certamente una sorpresa e' stato l'entusiasmo che ho respirato nei giorni che precedevano la mostra e il giorno del vernissage (il 24 ottobre 2009 ) e non mi aspettavo una soluzione cosi' nuova e moderna. Una camera polifunzionale,da vestire e svestire a secondo del caso.E questa volta la scelta e' stata un'atmosfera di mistero,come recitava il leit motiv della mostra,che in Giappone ha avuto un nome diverso da quello in Italia( l'idea Italiana di Antonella Meloni Corsini la curatrice e' "L'Arte Liberata" ) e ho avuto fin dall'inizio che le luci si sono accese,di trovarmi a New York o in qualche citta' del genere...

MEG

un'idea tua?

Maugeri

No,no! Da questa realizzazione e' stato deciso di sfruttare le potenzialita' creativa del geniale Leonardo Marrone,professore del Centro Italiano di Cultura di Fukuoka e anche co-responsabile dell'Istituto. Leonardo Marrone ha impiegato le sue energie coadiuvato dal Prof. Doriano Sulis per realizzare quest'opera che da se meritava gia' altro alla stregua di una mostra.E' stato costruito uno scatolone misterioso al centro della stanza che costringeva gli avventori a guardare dentro,e conteneva un video della Sardinia Film Festival,del videomaker Arnaldo Pontis,che andava in loop. Avevo battezzato lo scatolone "The magic box" e la stanza "Sala Leonardo" che mi sembrava adeguato come nome,e tributa il suo creatore-creativo.

MEG
Ma un'idea cosi' giovanile e moderna nasce dalla presenza di artisti piu' giovani che hanno esposto in questo ultimo evento?

Maugeri

Assolutamente no. L'idea suppongo,di Leonardo Marrone,e' partita dal concetto di voler dare un respiro diverso alla realizzazione uscendo fuori dai consueti tradiizionali canoni che vedono le mostre d'arte come luoghi noiosi e scontati. Qui lo spettatore si sente intanto investito dalla novita' del luogo,cerca di ambientarsi e di studiarne il clima e e opere fanno parte a loro volta di un ambiente e l'ambiente e' un 'installazione. Qualsiasi punto e' da scoprire e ogni angolo puo' nascondere delle sorprese.In questo caso ,in questa "dark room " si entrava attraverso una tenda nera da cui s'intravedeva una luce estremamente bassa e da li' una sorpresa. E musica misteriosa e strepitosa che proveniva da nascoste sorgenti che avvolgevano ancor piu' chi aveva il piacere e la fortuna di esserci.

MEG

Quanto entusiasmo nelle tue parole! ma perche un luogo dark?

Maugeri

Non dark,nero ,perche' l'idea del mistero ripeto gia' era preannunciata da una scritta incorniciata accanto all'entrata. Siamo in attesa delle foto.Spiegare cosi' non e' facile ed e' anche riduttivo.

MEG

E la prossima mostra vedra' la stessa scenografia?

Maugeri

No. L'idea e' ogni volta di avere una nuova idea creativa in termini scenografici . Mentre si allestiva ,discutevamo appunto di questo. Avevo dei ricordi anche nostalgici di quando l'estro era alla base della costruzione delle vecchie trasmissioni rock diventi anni fa,ma non solo rock.. Pochi mezzi e molta fantasia. Qui i mezzi e la genialita'. E liberta' soprattutto.
Mi sono divertito tanto. Inizialmente voleva essere una sorpresa che avrebbe dovuto stupirmi,ma io sono anche affascinato dai lavori in corso. Mi stimola molto il "durante". Alla fine in quei giorni sentivo la necessita' di dover stare a volte in quel luogo perche' mi trasferivo in una ltra dimensione. Una stanza necessaria ,un non-luogo. Citavo a Leonardo Marrone "Stalker" di Tarkowsky,dove la Guida porta i pochi eletti nella "Stanza" dove tutto si trasforma. non so,questa e' stata la mia idea. Li' era tutto diverso. Avro' nostalgia di quella stanza ma spero sia un'esperienza ripetibile.

MEG

La prossima data in Giappone ?

Maugeri

Ti anticipo adesso che nella prima decade di dicembre saro' di nuovo a Fukuoka con un altro evento e questa volta verra' con me la responsabile curatrice per l'Italia,Antonella Meloni Corsini ,per seguire qualche artista e per conoscere il Centro Italiano di Cultura di Fukuoka.Uno step necessario e fondamentale che mi lascia presagire soltanto ottime cose per il futuro. Ti parlero' tra qualche giorno del finissage che faremo qui a Roma in un luogo diverso da quello da me ipotizzato in precedenza per vari importanti motivi.

MEG

Allora da qui a breve a risentirci,sempre con tutta questa positivita'.

di Meg Lante Della Rovere

MEG LANTE DELLA ROVERE

IL MAESTRO ATTILIO AZIMONTI A FUKUOKA

Chat notturna con Alessandro Maugeri sulla personale del Maestro Attilio Azimonti a Fukuoka,Giappone.

di Meg Lante Della Rovere

Nove ore di fuso orario mi separano da Alessandro Maugeri,mediatore culturale internazionale e promoter di fine sensibilita' la cui mission di vita e' ormai il Giappone.
Impegnato in questo momento a Fukuoka nel promuovere un artista a lui caro ti cui tanto mi aveva premesso,e di cui poi mi sono documentata ,apprendo adesso di una proroga della mostra per il successo riscontrato in termini di consensi e affluenza.

Meg

Avevi gia' parlato prima di partire a Fukuoka,con me,di questa tua scommessa sul Maestro Attilio Azimonti ,che desideravi promuovere in Giappone con una personale.
Hai soltanto,a quanto sembra,appurato concretamente,che la tua scelta era giusta...

Maugeri

Il Maestro Attilio Azimonti non aveva certo bisogno di me in termini di proiezione:
oltre ad essere un maturo artista,sensibile e delicato, non e' nuovo ad un certo tipo di riscontro internazionale. Ad ottobre,se non sbaglio,ci siamo visti all'Ambasciata d'Egitto dove esponeva le sue opere . Ho avuto l'onore di conoscere il Maestro , grazie alla disponibilta' della figlia Alessandra,mia cara amica,raffinatissima attrice di teatro. E con cui spero in futuro di portare avanti un progettoimportante di promozione culturale.

Meg

Cosa ha colpito di piu' i Giapponesi dell'arte del Maestro Attilio Azimonti ?

Maugeri

Tante cose,a partire dalle tematiche. Il tema mitologico qui ha mandato in estasi chi aveva il piacere di esserci. I colori ,senz'altro. Il Maestro Azimonti e' un "Maestro del Colore" in tutti i sensi,e questo i Giapponesi lo hanno immediatamente percepito.
Poi la grazia della femminilita',o se vuoi,omaggio alla femminilita',a volte materna ma pur sempre leggiadra,mai vanitosa o morbosa, in questi contesti del sogno che il maestro Azimonti regala a chi semplicemente,e senza preparazione, osserva una sua opera.
Una pittura colta ma nel contempo immediata. Ricercata come i titoli delle sue opere,per molti ovvii aspetti non comprensibili per un Giapponese,ma in Giappone ci si immerge senza chiedersi e si gode nell'osservazione.Noi ,spesso per loro,pensiamo troppo.
Me lo dice spesso la mia meta' Giapponese,Yuri. "You think too much!"
Dovremmo appendere anche questa lezione,per molti versi anche estremamente utile.

Meg


Qualcosa che ti ha colpito in particolare durante la mostra...

Maugeri

Premetto che la personale e' ancora aperta e prorogata fino alla fine di dicembre.
Ti ricordo che il luogo della personale del maestro Attilio Azimonti e' il Centro Italiano di Cultura di Fukuoka ,del Prof. Doriano Sulis,con cui ho avuto il piacere di condividere la stesura di un progetto di promozione e mediazione internazionale dell' Italia in Giappone,"Ars Vivendi" e di cui la personale fa parte perche' inglobata nel calendario di queste importanti promozioni. E ti ricordo anche il nostro Art Director,eccentrico genio ,Leonardo Marrone,professore del Centro ma soprattutto artista delicato e talentoso.
Mi ha colpito in particolare che molti Giapponesi presenti alla mostra mi chiedevano se si trattava di illustrazioni per libri o era materiale per film.
In effetti l'impressione puo' esser questa. Alcuni cieli e colori ricordano un certo tipo di illustrazioni Tolkeniane e non solo. Oppure la pittura classica tradizionale.ma...con quel guizzo che distingue. Perche' in ogni opera c'e' sempre qualche motivo per pensare altro. E qui che l'osservazione e' importante,e per ogni opera si spende tanto,giusto,tempo a studiarla,questo viene colto.

Meg

Mi parlavi anche di dimensioni importanti...

Maugeri

Si,e' vero. Ho permesso dimensioni fuori dalla norma in occasione solo di una personale.
Non e' solo la dimensione ma anche il materiale di supporto ad esser particolare.
La gente resta stupita davanti alla spettacolarita' di opere cosi' grandi.

Meg

Ti conosco troppo bene e so che non hai piacere di parlare di vendite e dintorni...

Maugeri

E dici bene perche' non ne parlero' . E' chiaro che chiunque desiderebbe avere un Azimonti in casa.Io per primo. Ah...a proposito: il Maestro ha donato un opera al Centro Italiano di Cultura di Fukuoka scrivendo due note al prof. Doriano Sulis. Un gesto importante e significativo.

Meg

Quindi,comunque,e una volta terminata la mostra,l'opera di Azimonti restera' in Giappone.

Maugeri

L' ARTE del Maestro Attilio Azimonti!

Meg

Allora ci risentiremo a mostra conclusa e mi darai ulteriori ragguagli.A presto.


di Meg Lante Della Rovere

MEG LANTE DELLA ROVERE

" LA REGINA DI FUKUOKA "
Alessandro maugeri & Gioia Villanova
aprono con successo
la stagione 2010 a Fukuoka,Giappone.

di Meg Lante Della Rovere

Un anno di improvvisi cambiamenti non voluti e imprevisti che non hanno mai fatto perdere pero' il mordente al nostro intrepido Alessandro Maugeri,mediatore culturale e promoter internazionale,paladino della promozione non vincolata della Cultura e Arte Italiana in Giappone . Avevo ,nel mese di dicembre dello scorso anno,anticipato,e con un affettuoso gioco di parole ,che il nuovo anno si sarebbe aperto con Gioia,riferendomi alla nuova partner intellettuale e lavorativa di Alessandro Maugeri,la giovane,bella e brillante Gioia Villanova,che non ha disatteso le aspettative,inaugurando questo nuovo anno con un evento piu' che mai brillante e con tante sorprese nel cassetto abbastanza imminenti.

Meg
-Non avevo dubbi su questo connubbio messo su naturalmente e fisiologicamente dopo manifestate e palesi esigenti di risorse umane che non garantivano in termini professionali aspettative serie e concrete e probabilmente avrebbero potuto nuocere all'integrita' e alla nobilta' di un progetto che nasce da uno spirito generoso e si muove su sentieri senza fini di lucro,alla tua immagine e a quella dei partner istituzionali che ripongono fiducia nella tua mission...

Maugeri
-Credo che la vita sia costante ricerca.Sempre. Chi,come me naviga nelle relazioni a profusione,nella comunicazione da sempre (ricordo che il Maugeri e' un "anziano" produttore di sana tv culturale e mass producer) ha facilita' ad imbattersi in qualche incontro sbagliato che si traduce,o almeno io lo traduco,in esperienza positiva di rafforzamento. Come essere umano saono soggetto ad ovvi errori di valutazione,qualche volta motivati-anche se non e' una giustificazione-dalla fretta di dover ottimizzare in tempi piu' che rapidi la definizione di qualcosa,e questo si traduce in qualcosa che puo',qualche volta,creare degli errori nel sistema.Ma non mi rimprovero nulla perche' io sono sempre motivato dall'entusiasmo,spesso prima dell'analisi.Ma fortunatamente!Perche' questo mi permette di non demordere,perche' penso sempre che se ami qualcosa come se ami qualcuno,piccoli imprevisti o irrisori incidenti di percorso,non possono rallentare la tua corsa.Anzi,spingerti ad andare piu' veloce per recuperare quel po' di tempo che hai perduto. Il nostro tempo diventa sempre minore e dovremmo considerarlo l'elemento piu' importante:il tempo e' la vita stessa,e non possiamo starcene seduti ad aspettare passivamente.Almeno non e' nella mia natura.

Meg
-Da qui la nuova scelta "concreta":Gioia Villanova.

Maugeri
-Io non ho mai avuto dubbi su Gioia dal primo momento che ci siamo sentiti. Sono un captativo. Da quando frequento il Giappone sono spesso piu' abbandonato all'istinto e ho imparato e studiato a decifrare dei segni che devono essere tradotti per comprendere l'universo attorno a noi e migliorare la nostra vita. Se noi vogliamo vivere bene dobbiamo partire dalla qualita' e della nostra vita innanzitutto. E c'e' bisogno di tanta pulizia.Non a caso il destino karmicamente mi ha portato a Fukuoka,il cui slogan e' "Quality Life".

Meg
-Dobbiamo essere meno trascendentali anche se il discorso e' interessante,e mi aggancio su Fukuoka.Parlami del primo evento dell'anno a Fukuoka.

Maugeri
-La novita' in tutti i sensi e' stata la necessita',per discorsi che qui non avrebbero senso,di svincolarci da situazioni di sofferenza che ci vincolavano e creavano un insopportabile atmosfera di malcontento soprattutto senza ragione. Abbiamo deciso insieme a Gioia Villanova di portare avanti il nostro discorso continuativo di "Arte Italiana a Fukuoka" e rivedere insieme il progetto che se ,da prima prevedeva in termini di nicchia la promozione dell'arte e cultura Italiana in Giappone,adesso ne e' l'elemento principe,senza dimenticare la mission originaria dei gemellaggi tra l'Universita' Italiana e quelle Giapponesi per cui il progetto e' nato. Ma dal momento di evoluzione abbiamo meditato a lungo su alcune parentesi e deciso di creare con le nostre forze intanto,dei movimenti che a parer mio diventeranno epocali nel momento in cui si concretizzeranno e cio' avverra' a breve.
Ti chiedo di poter approfittare della tua estrema disponibilita' per degli spazi appositi sul nuovo progetto e sui movimenti a venire.

Meg
- Che io approvo con piacere:parlami della mostra.

Maugeri
-Io preferisco parlare di "Evento".Perche' sempre di evento si tratta. Ricordiamo di essere dall'Italia,io e Gioia Villanova,l'unico corridoio possibile di percorrenza ad oggi mai perpetuato e con tale continuita',che ci distingue e ci fregia di essere i primi free lancer della cultura Italiani autonomi e non sponsorizzati politicamente o da altro,che grazie alla fiducia degli artisti che ripongono il cuor loro nelle nostre mani,continuativamente ci permettono di realizzare queste meravigliose proposizioni che riescono ogni volta ad emozionare il Giappone.
Classe e buon gusto,analisi e raffinatezza sono i poli su cui la nostra curatrice e responsabile per l'Italia,Gioia Villanova,preme e non sbaglia mai.
L'evento e' statoo aperto nelle tempistiche previste per quanto qualche incidentino ci preannunciava un seppur minimo temporaneo slittamento. Cio non e' avvenuto grazie alla nostra caparbieta' e determinazione. La nuova location,anche se temporanea,e' stata l'Art Linx Gallery ,che fa parte di un progetto di spazi di promozione delle avanguardie Asiatiche.Ci siamo trovati a nostro agio con il responsabile della Galleria e per tutto il tempo quello spazio e' diventato assolutamente nostro. Abbiamo aperto tre personali,due pittura e una di visual art.
Abbiamo dato il respiro che meritava alla delicata Artista MariaLuisa Sabato ,per cui mi hai concesso uno spazio a dicembre,che ha stupito come prevedevamo e tutti gli avventori chiedevano notizie personali sull'artista,e non nascondo a volte creandoci persino qualche imbarazzo. Poi una giovane artista Siciliana,Emma Maugeri e un altro artista sperimentatore tra grafica,pittura e fotografia,Luca Galli.Spazi meritati e ragionati.
Non volendo fare un torto a nessuno degli altri meritevoli artisti della personale,si e' riconfermata Marialuisa Sabato,per consensi e attestazioni di stima e ammirazione.E mi auguro con lei di poter continuare perche' faccia parte della rosa preziosa di nomi che desideriamo portare avanti,certi di questo talento tutto Italiano che deve distinguerci in altre remoti parte del mondo.

Meg
-E certamente l'artista vi regalera' la fiducia che meritate perche' il vostro e' un interesse piu' che pulito,non essendo voi mercanti d'arte o persone meramente interessate al denaro.
E racconta anche della collettiva e degli artisti e come hanno reagito in Giappone...

Maugeri
-Sai che i gusti sull'arte sono sempre assolutamente soggettivi e piu' sono svincolati da condizionamenti accademici o tecnici e piu' sono genuini.
Noi abbiamo puntato su cio' che era assolutamente giusto in termini di collettiva,e queste servono,in caso di successo e riscontro,a preparare quel "precedente" che ti da poi la naturale possibilita' di crescita in termini proiezionali con una personale,che senza collettiva non avrebbe senso,essendo tutti artisti ,si di valore,ma sconosciuti in Giappone.E questo e' avvenuto anche questa volta.Ovviamente non con tutti perche' sarebbe troppo bello ma ci sentiamo realizzati e gratificati anticipandoti gia' dei nomi per il prossimo evento,fissto per il 3 marzo 2010 a Fukuoka,con i nomi degli artisti Riccardo Perale,Maurizio York e Silvia Cerroni,quest'ultima una talentosissima giovane stilista di gioielli che con i suoi preziosi pezzi unici ha destato pure alcuni giovanissimi forse per curiosita' arrivati in galleria.
Ho suggerito a qualche altro artista della collettiva di osare ma non sempre per gli artisti e' cosi' facile volere e potere.Ci auguriamo sempre e comunque che tutto possa essere.

Meg
-E mi parlavi di una diversa formula di promozione in Giappone...

Maugeri
-Siamo stati ospitati in un talk show Giapponese in uno dei canali di punta a Fukuoka. Fortunatamente per l'audience poche inquadrature su di me e gioia e' diventata ,come merita,la primadonna della situazione,che alla fine ho ribattezzato affettuosamente e con la complicita ' dei conduttori e della produzione televisiva Giapponese,"La Regina di Fukuoka". Un giorno poi scherzosamente,prima di partire,abbiamo fatto delle foto spiritose di Gioia con una coroncina in testa che avrei voluto inviarti ma non vorrei che il tono serioso si perdesse,di tutto intendo.E' ovvio che il divertissement non deve mancare mai,altrimenti si perde lo spirito del tutto. Ma con Gioia e' stata soprattutto una bella vacanza piena di risate e ironia anche su spiacevolezze che abbiamo incontrato e che ci hanno fortificati invece che scoraggiarci.

Meg
-E di cui non ne vuoi parlare,ma sappi che qui da me hai sempre una zona franca e libera per tutto cio' che vuoi. Quando a tempo debito servira' ne approfiterete perche' e' giusto.
Intanto parliamo di arte,come recita Bukowsky nelle prime righe di "Storie di ordinaria Follia" e l'accostamento non mi sembra poi sbagliato...

Maugeri
-Brava !La frase intera era :"Adesso lasciamo perdere le c...ate,e occupiamoci di roba seria.Arte. "Ricordo tra i miei film preferiti di venti anni fa questo di marco Ferreri con un credibilissimo Ben Gazzara che mi stimolo' a Bukowsky e a leggere quasi tutto di lui. Ma rimango sempre Burroughsiano perche' piu' rock e piu' nella mia generazione. E per questo grazie anche a Fernanda "Pivanda" Pivano.

Meg
-Allora alla prossima con tue nuove e della "Regina di Fukuoka",Gioia Villanova.


di Meg Lante Della Rovere

Meg lante Della Rovere

questo era solo un sogno in realtà a Gennaio avete solo fatto fiasco

rosalba

mostre in Giappone, patrocini megagalattici, gemellaggi con universita' di mezzo mondo, giornalisti, soubrette, quadri venduti come il pane, pubblico accalcato all'ingresso delle mostre, interventi sui media giapponesi, "reginette di fukuoka", meglantidellarovere e chi piu' ne ha sentite piu' ne metta: tutte balle. Volete sapere chi e' veramente il "dottor maugeri"? Un impostore! di quelli con la "I" maiuscola. E parlo in prima persona che sono stata "truffata" come artista e come persona da questo essere "immondo" , come molti altri artisti prima e forse anche dopo di me. Tutte balle, la piu' grossa di tutti quella che lui e le sue compari fanno tutto cio' non a scopo di lucro... che faccia di bronzo... e cerco di ridere di questa drammatica avventura insieme a lui per non disperarmi e piangere. Giarateci a largo.

Marco

Anche qui la nostra Rosalba ! Per correttezza vorrei inserire un mio post con il bando di selezione e partecipazione per intero della suddetta mostra che e’stato inviato ad un mio amico da una certa Rosi Gaudiano in arte Togaci. Quest’ultima, sulla base delle informazioni che sono per ora riuscito a raccogliere, insieme alla Dottoressa Gioia Villanova, alla Dottoressa Grazia Ilaria Del Gaudio e alla simpaticissima Dottoressa Meg Lante Delle Rovere, dovrebbe essere una delle collaboratrici strette del Dottor Maugeri. Poi magari in un secondo post commenteremo insieme diversi punti del bando sempre sulla base di informazioni, credo attendibili, raccolte da diverse fonti. PITTURA,ILLUSTRAZIONE ,GRAFICA & FOTOGRAFIA Tema e titolo della mostra: ARTE ITALIANA A FUKUOKA Inizio 3Mostra 2010 Fukuoka Un progetto di Alessandro Maugeri e Gioia Villanova Con il Patrocinio e la collaborazione dell'Università degli Studi di Roma, Roma 3, Facoltà di Scienze Politiche,Dipartimento di Studi Internazionali, organizza al fine di promuovere le realtà artistiche presenti in Italia, una mostra collettiva di varie discipline al fine d’incentivare gli scambi culturali tra Italia e Giappone. L´evento si integra al progetto di promozione della cultura italiana in Giappone denominato"MACRO" di Alessandro Maugeri, responsabile del progetto per l´Università Degli Studi Roma 3 di Roma in collaborazione con Gioia Villanova. La mostra si terrà nell’esclusiva Art Space Linx di Fukuoka Giappone. Nelle nostre precedenti esperienze abbiamo riscontrato un vivo interesse da parte del pubblico giapponese e dai suoi critici e appassionati dell´arte in tutte le sue forme, un consenso generale e una voglia di conoscere meglio la dimensione della creatività artistica italiana. Tali occasioni di conoscenza rimangono ancora oggi rare per l´inaccessibilità culturale che permane nelle zone più tradizionali del Giappone non anglofono e aperto soprattutto alla cultura asiatica ma curiosamente avido dell´ Italian style più che in tante altre parti del mondo. Il nostro progetto di promozione culturale in Giappone ha sede nella città di Fukuoka, capoluogo del Kyushu, e terzo polo commerciale del Giappone ,dove risiede il più alto numero di celebrità nel campo della cultura e dello spettacolo, per questo Fukuoka è conosciuta come la Hollywood Giapponese. L´evento è supportato da un ufficio stampa che si adopererà, in Giappone, per garantire la massima visibilità alla mostra . Una conferenza stampa istituzionale precederà l´inaugurazione della mostra. Ad evento concluso è prevista un finissage con conferenza stampa ed esposizione, in relazione alla manifestazione che si terrà a Roma in sede ancora da definirsi (verrà comunicata quanto prima). Gli artisti riceveranno eventuali richieste di contatto di pubblico ed operatori giapponesi,qualora fossero stati prodotti. E' previsto: Inviti, locandine, promozione tramite ufficio stampa, sulle pagine dei principali siti internet d'arte, su mezzi di comunicazione , nazionali ed internazionali, forum, newsletters etc.. , spazio espositivo, allestimento, trasporto, carnet ATA,assicurazioni. MODALITA´ DI PARTECIPAZIONE: Si avvisano gli artisti che le richieste di partecipazione saranno soggette a selezione critica. Si chiede di spedire materiale illustrativo, CV e dati inerenti all’artista all’indirizzo: togaci @yahoo.it Ciascun artista avrà a disposizione uno spazio per esporre 2 opere, di formato non superiore a cm 70x50 (per la sezione di pittura); per le sezioni di grafica,illustrazione,fotografia vi sarà la possibilità di esporre n 8 opere, se le medesime saranno di tipo cartaceo. Nel caso queste ultime siano provviste di supporto, saranno ritenute comprese nella sezione pittura e delimitate ai limiti sopra descritti. Per la partecipazione è prevista una quota di euro 400.00 (+ IVA 20% soltanto in caso di emissione di fattura) per le sezioni di grafica,illustrazione e fotografia, mentre per la sezione di pittura è prevista una quota di 700,00 euro (+ IVA 20% soltanto in caso di emissione di fattura). La somma sopra indicata verrà interamente utilizzata per la copertura delle spese di spedizione, assicurazione e spese di gestione in quanto l’iniziativa non è a scopo di lucro. Nell´eventualità servisse fattura si prega di inoltrare richiesta, corredata dai vostri dati. Gli artisti selezionati dovranno spedire per e-mail una foto, in jpg (300 dpi) per la pubblicazione su depliant e n 2 foto delle opere per la certificazione, assicurazione e carnet ATA. Le opere dovranno essere complete e accessoriate di copritelaio con attaccaglie per poterle appendere ; inoltre dovranno essere senza cornice e senza vetro. Vi chiediamo cortesemente d´ inserire assieme alle opere, un foglio dove indicare autore, tecnica, dimensioni,anno di creazione, peso, prezzo e recapito telefonico oltre all’autocertificazione (VEDI FILE ILLUSTRATIVO). Per comprensibili motivi di organizzazione, gli artisti selezionati sono pregati di confermare la propria presenza ENTRO E NON OLTRE il 21 febbraio 2010. Verrà ritenuta valida la partecipazione all´evento soltanto una volta effettuato il versamento su c.c. bancario e inviata l´autocertificazione. Si chiede di lasciare recapito telefonico e indirizzo di posta elettronica per le comunicazioni relative all´evento. Per qualsiasi informazione o chiarimento di ordine logistico si prega di contattare: assistente per l’Italia togaci@yahoo.it Gli artisti ammessi dovranno inviare le opere a questo indirizzo: Dott.Alessandro Maugeri Segue indirizzo Le quote di partecipazione dovranno essere versate tramite bonifico bancario , intestato a :Gioia Villanova causale del versamento : Mostra d'arte a Fukuoka IBAN : ........

Marco

Allora cominciamo con le buone, spezzando una lancia a favore del Dottor Maugeri.
Ieri, oggi insomma, nel pomeriggio, ho chiamato il centro culturale italiano a Fukuoka che avevo trovato cercando informazioni sul Dottor Maugeri. Le prime tre mostre del 2009 realizzate insieme a loro sembra ci siano state. Non mi hanno detto molto di piu’ a parte che hanno interrotto i loro rapporti con il Dottor Maugeri all’inizio del 2010. Mi hanno consigliato di rivolgermi ad altre istituzioni, ufficiali, come Consolato, Universita’ di Roma o Camera di Commercio a Tokyo.
Veniamo ora ai punti del bando:
1) innanzitutto si tratterebbe della quinta mostra e non della quarta.
2) Dalle informazioni che ho raccolto non c’e’ nessun patrocinio di nessun ente.
3) Art Space Linx di Fukuoka, non e’ affatto uno spazio esclusivo. Sempre da quanto mi hanno detto, l’ultima mostra si e’ tenuta in uno sgabuzzino in affitto, all’ottavo piano di un palazzo. Un luogo insomma difficile da raggiungere.
4) Fukuoka la Hollywood del Giappone e’ un po’ una esagerazione. Ho parlato con un tizio di Tokyo e mi ha detto che e’ una balla. Fukuoka e’ una citta in espansione certo ma non e’ la capitale ne’ del cinema, ne’ dell’arte ne’ dell’economia in Giappone.
5) La mostra come dicevo era difficile da raggiungere per chiunque, pubblicizzata con una fotocopia neanche diffusa per bene, con la stessa appiccicata su una porta e con un mezzo cartello all’ingresso del palazzo, frettolosamente ritirato la mattina stessa dell’ultimo giorno della mostra. Non arrivavano, e forse non c’era interesse a farlo, i visitatori figuriamoci i giornalisti o i critici.
6) Sembra non ci sia stata nessuna conferenza stampa ne’ tanto meno il Dottor Maugeri e la Dottoressa Villanova siano comparsi alla televisione con la storia della Regina di Fukuoka. La mostra, stando anche a quello che dice in un tizio nel blog Tidiro’, era sempre chiusa.
7) Le opere sembra siano state trasportate a mano, imballate, mi hanno detto, addirittura dal portiere del Dottor Maugeri. Quest’ultimo, poverino, se le portava a mano in aereo. Quindi niente garanzie, niente assicurazioni e via dicendo.
8) Riguardo alle quote non posso dire nulla. Sono cifre abbastanza oneste se tutta l’operazione e’ onesta. Considerando pero’ quanto mi hanno detto in giro, io mica mi fiderei a dare in mano le mie cose a questa banda dei quattro…i miei soldi, pure!
Che dire, traete voi le vostre conclusioni. Io adesso me ne vado a dormire, ma oggi o lunedì contatto il consolato a Osaka per capire meglio chi e’ che dice un mare di bugie.
Ciao

Marco

Allora cominciamo con le buone, spezzando una lancia a favore del Dottor Maugeri.
Ieri, oggi insomma, nel pomeriggio, ho chiamato il centro culturale italiano a Fukuoka che avevo trovato cercando informazioni sul Dottor Maugeri. Le prime tre mostre del 2009 realizzate insieme a loro sembra ci siano state. Non mi hanno detto molto di piu’ a parte che hanno interrotto i loro rapporti con il Dottor Maugeri all’inizio del 2010. Mi hanno consigliato di rivolgermi ad altre istituzioni, ufficiali, come Consolato, Universita’ di Roma o Camera di Commercio a Tokyo.
Veniamo ora ai punti del bando:
1) innanzitutto si tratterebbe della quinta mostra e non della quarta.
2) Dalle informazioni che ho raccolto non c’e’ nessun patrocinio di nessun ente.
3) Art Space Linx di Fukuoka, non e’ affatto uno spazio esclusivo. Sempre da quanto mi hanno detto, l’ultima mostra si e’ tenuta in uno sgabuzzino in affitto, all’ottavo piano di un palazzo. Un luogo insomma difficile da raggiungere.
4) Fukuoka la Hollywood del Giappone e’ un po’ una esagerazione. Ho parlato con un tizio di Tokyo e mi ha detto che e’ una balla. Fukuoka e’ una citta in espansione certo ma non e’ la capitale ne’ del cinema, ne’ dell’arte ne’ dell’economia in Giappone.
5) La mostra come dicevo era difficile da raggiungere per chiunque, pubblicizzata con una fotocopia neanche diffusa per bene, con la stessa appiccicata su una porta e con un mezzo cartello all’ingresso del palazzo, frettolosamente ritirato la mattina stessa dell’ultimo giorno della mostra. Non arrivavano, e forse non c’era interesse a farlo, i visitatori figuriamoci i giornalisti o i critici.
6) Sembra non ci sia stata nessuna conferenza stampa ne’ tanto meno il Dottor Maugeri e la Dottoressa Villanova siano comparsi alla televisione con la storia della Regina di Fukuoka. La mostra, stando anche a quello che dice in un tizio nel blog Tidiro’, era sempre chiusa.
7) Le opere sembra siano state trasportate a mano, imballate, mi hanno detto, addirittura dal portiere del Dottor Maugeri. Quest’ultimo, poverino, se le portava a mano in aereo. Quindi niente garanzie, niente assicurazioni e via dicendo.
8) Riguardo alle quote non posso dire nulla. Sono cifre abbastanza oneste se tutta l’operazione e’ onesta. Considerando pero’ quanto mi hanno detto in giro, io mica mi fiderei a dare in mano le mie cose a questa banda dei quattro…i miei soldi, pure!
Che dire, traete voi le vostre conclusioni. Io adesso me ne vado a dormire, ma oggi o lunedì contatto il consolato a Osaka per capire meglio chi e’ che dice un mare di bugie.
Ciao

Ugo

avete notato Marco e Rosalba che Meg Lante della Rovere in uno dei post commette un errore e risulta postato da Alessndro Maugeri? Maugeri Maugeri sei imbranato !!!
Al porto di Napoli stanno assumendo facchini .....ti conviene tentare la fortuna lì...sempre che gli altri onesti facchini non provino repulsione a lavorare con un verme come te

Ma che cazz vi inventate

" LA REGINA DI FUKUOKA "
Alessandro maugeri & Gioia Villanova
aprono con un fiasco
la stagione 2010 a Fukuoka,Giappone.

di Meg Lante Della Rovere

Un anno di improvvisi cambiamenti non voluti e imprevisti che non hanno mai fatto perdere pero' il vizio all'intrepido Alessandro Maugeri,mediatore culturale e promoter internazionale,paladino della promozione non vincolata della Cultura e Arte Italiana in Giappone . Avevo ,nel mese di dicembre dello scorso anno,anticipato,e con un affettuoso gioco di parole ,che il nuovo anno si sarebbe aperto con Gioia,riferendomi alla nuova partner intellettuale e lavorativa di Alessandro Maugeri,la giovane,bella e brillante Gioia Villanova,che ha disatteso le aspettative,inaugurando questo nuovo anno con un evento piu' che mai deludente e con tante sorprese nel cassetto abbastanza imminenti.

Meg
-Non avevo dubbi su questo connubbio messo su naturalmente e patologicamente dopo manifestate e palesi esigenti di risorse umane che non garantivano in termini professionali aspettative utili al Maugeri e probabilmente avrebbero potuto nuocere alla tasca dello stesso per un progetto che nasce da uno spirito ingeneroso e si muove su sentieri con soli fini di lucro,alla tua immagine e a quella dei partner istituzionali che nemmeno sanno che usi impropriamente i loro nomi
Maugeri
-Credo che la vita sia costante ricerca.Sempre. Chi,come me naviga nelle relazioni a profusione,nella comunicazione da sempre (ricordo che il Maugeri e' un "anziano" produttore di sana tv culturale e mass producer di cui non esiste traccia se non due video ridicoli su youtube) ha facilita' ad imbattersi in qualche incontro sbagliato che si traduce,o almeno io lo traduco,in esperienza positiva di rafforzamento. Come essere umano saono soggetto ad ovvi errori di valutazione,qualche volta motivati-anche dalla presunzione di credermi più intelligente e scaltro rispetto agli altri anche se non e' una giustificazione-dalla fretta di dover ottimizzare in tempi piu' che rapidi la definizione di qualcosa,e questo si traduce in qualcosa che puo',qualche volta,creare degli errori nel sistema.Ma non mi rimprovero nulla perche' io sono sempre motivato dall'entusiasmo,spesso prima dell'analisi e poi io sono assolutamente perfetto nel mio delirio di onnipotenza.Ma fortunatamente!Perche' questo mi permette di non demordere,perche' penso sempre che se ami qualcosa come se ami qualcuno,piccoli imprevisti o irrisori incidenti di percorso,non possono rallentare la tua corsa.Anzi,spingerti ad andare piu' veloce per recuperare quel po' di tempo che hai perduto. Il nostro tempo diventa sempre minore e dovremmo considerarlo l'elemento piu' importante:il tempo e' la vita stessa,e non possiamo starcene seduti ad aspettare passivamente.Almeno non e' nella mia natura.

Meg
-Da qui la nuova scelta "inconcreta":Gioia Villanova.

Maugeri
-Io non ho mai avuto dubbi su Gioia dal primo momento che ci siamo sentiti. Sono un captativo. Da quando frequento il Giappone sono spesso piu' abbandonato all'istinto e ho imparato e studiato a decifrare dei segni che devono essere tradotti per comprendere l'universo attorno a noi e migliorare la nostra vita. Se noi vogliamo vivere bene dobbiamo partire dalla qualita' e della nostra vita innanzitutto. E c'e' bisogno di tanta polizia per fermarmi.Non a caso il destino karmicamente mi ha portato a Fukuoka,il cui slogan e' "Quality Life", quindi è colpa del Karma non mia io sono solo un predestinato.

Meg
-Dobbiamo essere meno trascendentali anche se il discorso e' interessante,e mi aggancio su Fukuoka.Parlami del primo evento dell'anno a Fukuoka.

Maugeri
-La novita' in tutti i sensi e' stata la necessita',per discorsi che qui non avrebbero senso,dal momento che ne avranno invece in tribunale al più presto ,di svincolarci da situazioni di sofferenza che ci vincolavano e creavano un insopportabile atmosfera di malcontento soprattutto a ragione. Abbiamo deciso insieme a Gioia Villanova di portare avanti il nostro discorso continuativo di "Arte Italiana a Fukuoka" e rivedere insieme il progetto che se ,da prima prevedeva in termini di nicchia la promozione dell'arte e cultura Italiana in Giappone,adesso ne e' l'elemento principe,senza dimenticare la mission originaria dei gemellaggi tra l'Universita' Italiana e quelle Giapponesi che non mi hanno dato nessun mandato e anzi mi stanno per mandare la diffida, per cui il progetto e' nato. Ma dal momento di evoluzione abbiamo meditato a lungo su alcune parentesi e deciso di creare con le nostre forze intanto,dei movimenti che a parer mio diventeranno epocali nel momento in cui si concretizzeranno e cio' avverra' a breve se voi stronzi che scrivete qui non la piantate di mettermi i bastoni fra le ruote
Ti chiedo di poter approfittare della tua estrema disponibilita' per degli spazi appositi sul nuovo progetto e sui movimenti a venire.

Meg
- Che io approvo con piacere, dal momento che sonoil tuo alter ego:parlami della mostra.

Maugeri
-Io preferisco parlare di "Evento-truffa".Perche'per parlare di mostra bisogna che le cose vengano mostrate anche ad altri che noi sia io Gioia o il proprietario del locale sempre di evento si tratta. Ricordiamo di essere dall'Italia,io e Gioia Villanova,l'unico corridoio possibile di percorrenza ad oggi mai perpetuato(oltre naturamente a tutti quelli che esistono seriamente) e con tale continuita',che ci distingue e ci fregia di essere i primi nonfree lancer della cultura Italiani autonomi e non sponsorizzati politicamente o da altro ,che grazie alla fiducia e ai soldi degli artisti che ripongono il cuor loro e nelle nostre mani,continuativamente ci permettono di realizzare queste meravigliose proposizioni che riescono ogni volta ad emozionare il Giappone ignaro di quel che accade. Cattivo gusto,priva di analisi e sono i poli su cui la nostra curatrice e responsabile per l'Italia,Gioia Villanova,preme e non sbaglia mai.
L'evento e' statoo aperto nelle tempistiche previste per quanto qualche incidentino ci preannunciava un seppur minimo temporaneo slittamento. Cio non e' avvenuto grazie alla nostra caparbieta' e determinazione...e anche perchè c'era una artista in mezzo ai piedi che ci osservava La nuova location,anche se temporanea,e' stata l'Art Linx Gallery ,nome figo altisonante che fa parte di un progetto di spazi di promozione delle avanguardie Asiatiche, ovvero piccolo appartamento al l'8 piano affittato giusto per fare due foto .Ci siamo trovati a nostro agio con il responsabile della Galleria felice di aver incassato l'affitto e per tutto il tempo quello spazio e' diventato assolutamente nostro, infatti nessun altro poteva entrarci dal momento che abbiamo sempre lasciato chiuso. Gioia è andata a Tokio e io dalla mia fidanzata che non è affatto la regina del Gospel , nessun Giapponese sa chi sia. Abbiamo aperto tre personalcollettive,due pittura e una di visual art.
Abbiamo dato il respiro che meritava alla delicata Artista MariaLuisa Sabato Giusto un pezzetto di parete grande quanto un vespasiano,per cui mi hai concesso uno spazio a dicembre,che ha stupito come prevedevamo e tutti gli avventori chiedevano notizie personali sull'artista,e non nascondo a volte creandoci persino qualche imbarazzo, perchè è davvero molto imbarazzante parlare di arte a nessuno tanto più quando inmateria arte si è ignoranti . Poi una giovane artista Siciliana,Emma Maugeri ( che presto mi darà il benservito per la truffa subita)e un altro artista sperimentatore tra grafica,pittura e fotografia,Luca Galli le cui foto hanno tappezzato le impronte intorno all'interrutore della Luce.
Spazi meritati e ragionati.
Non volendo fare un torto a nessuno degli altri meritevoli artisti della personale,si e' riconfermata Marialuisa Sabato,per consensi e attestazioni di stima e ammirazione.E mi auguro con lei di poter continuare perche' ancora nessuno l'ha informata dell'accaduto,spero che faccia parte della rosa preziosa di nomi che desideriamo portare avanti,certi di questo talento tutto Italiano di polli che deve distinguerci in altre remote parte del mondo.

Meg
-E certamente l'artista vi regalera' la fiducia che meritate a bastonate appena vi scopre perche' il vostro e' un interesse piu' che ignobile,non essendo voi mercanti d'arte autorizzati ma solo persone meramente interessate al denaro altrui .
E racconta anche della collettiva e degli artisti e come hanno reagito in Giappone...

Maugeri
-Sai che i gusti sull'arte sono sempre assolutamente soggettivi e piu' sono svincolati da condizionamenti accademici o tecnici e piu' sono genuini .
Noi abbiamo puntato su cio' che era assolutamente ingiusto in termini di collettiva,e queste servono,in caso di successo e riscontro,a preparare quel "precedente" che ti da poi la naturale possibilita' di crescita in termini proiezionali con una personale,che senza collettiva non avrebbe senso,essendo tutti artisti ,si di valore,ma sconosciuti in Giappone.E questo e' avvenuto anche questa volta.Ovviamente non con tutti perche' sarebbe troppo bello ma ci sentiamo realizzati e gratificati anticipandoti gia' dei nomi per il prossimo evento,fissto per il 3 marzo 2010 a Fukuoka,con i nomi degli artisti Riccardo Perale,Maurizio York e Silvia Cerroni,quest'ultima una talentosissima giovane stilista di gioielli che con i suoi preziosi pezzi unici ha destato pure alcuni giovanissimi forse per curiosita' arrivati in galleria (una sorta di principessa azzurra che desta gli addormentati del bosco.
Ho suggerito a qualche altro artista della collettiva di osare ma non sempre per gli artisti e' cosi' facile volere e potere o accettare che io liprenda per il culo .Ci auguriamo sempre e comunque che tutto possa essere.

Meg
-E mi parlavi di una diversa formula di promozione in Giappone...

Maugeri
-Siamo stati ospitati in un talk show Giapponese in uno dei canali di punta a Fukuoka. Fortunatamente per l'audience poche inquadrature su di me e gioia e' diventata ,come merita,la primadonna della situazione,che alla fine ho ribattezzato affettuosamente e con la complicita ' dei conduttori e della produzione televisiva Giapponese,"La Regina di Fukuoka". Un giorno poi scherzosamente,prima di partire,abbiamo fatto delle foto spiritose di Gioia con una coroncina in testa che avrei voluto inviarti ma non vorrei che il tono serioso si perdesse,di tutto intendo.E' ovvio che il divertissement non deve mancare mai,altrimenti si perde lo spirito del tutto. Ma con Gioia e' stata soprattutto una bella vacanza piena di risate e ironia anche su spiacevolezze che abbiamo incontrato e che ci hanno fortificati invece che scoraggiarci.
hai presente come se la ridono Diabolik ed Eva Kant?

Meg
-E di cui non ne vuoi parlare,ma sappi che qui da me hai sempre una zona franca e libera per tutto cio' che vuoi. Quando a tempo debito servira' ne approfiterete perche' e' giusto.
Intanto parliamo di arte,come recita Bukowsky nelle prime righe di "Storie di ordinaria Follia" e l'accostamento non mi sembra poi sbagliato...

Maugeri
-Brava !La frase intera era :"Adesso lasciamo perdere le c...ate,e occupiamoci di roba seria.Arte. "Ricordo tra i miei film preferiti di venti anni fa questo di marco Ferreri con un credibilissimo Ben Gazzara che mi stimolo' a Bukowsky e a leggere quasi tutto di lui. Ma rimango sempre Burroughsiano perche' piu' rock e piu' nella mia generazione. E per questo grazie anche a Fernanda "Pivanda" Pivano.

Meg
-Allora alla prossima con tue nuove e della "Regina di Fukuoka",Gioia Villanova.


di Meg Lante Della Rovere

Todaro

Il signor Maugeri ha indicato come luogo della mostra di marzo la galleria Moryta. Ebbene, è falso perchè tale galleria ha rifiutato il progetto.

Maria Luisa

Rifiutato da Moryta, rifarà la mostra all'ottavo piano ????

marco

riporto il bando della prossima truffa del Dottor Maugeri, prevista per aprile.
mi raccomando stavolta la notizia deve essere un tam tam, globale. quest'uomo deve fare la fine che merita.

Stiamo preparando la quinta edizione dell'evento:
"ARTE ITALIANA A Fukuoka"
Che si realizzera 'Nella prima decade di aprile 2010
A Fukuoka, Giappone.

Dall'Università degli Studi L'evento e 'Patrocinato' Roma3 di Roma,
Facolta 'di Scienze Politiche e Dipartimento di Studi Internazionali e rientra in un progetto di promozione dell'arte e cultura Italiana in Giappone.

Che Premettendo, per chiarezza, e sponsorizzato l 'evento non' solo da Istituzioni Patrocinato ma Moralmente, non e 'un concorso, e Pertanto e' un evento di promozione organizzato privatamente E che Richiede, selezione e previa accettazione, per la Partecipazione una quota di adesione.

Il numero dei partecipanti alla collettiva di Arte Varia
Limitato E 'previa uno accederà 15 si e' selezione di una Commissione critica.

Abbiamo inserito una sezione speciale,
riservata alla FOTOGRAFIA
uno di seguito richieste dal Giappone.
Di questa categoria usufruira possibilita 'della' Poter esporre n. 8 opere.

Cerchiamo in tutta Italia Artisti.

Non scrivere su myspace ma per le richieste di informazioni
Un
maugeri5@gmail.com

info:
Alessandro Maugeri
06 51888625
346 2155216

D.ssa Gioia Villanova
Responsabile per l'Italia
gioiavillanova@libero.it
328 5859498
Inviare CV e materiale a:

maugeri5@gmail.com
gioiavillanova@libero.it

Pino

volevo specificare alcune cose
1) la meg lante della rovere non e' l'alterego del signor Maugeri ma bensi sua zia (affermazione dello stesso Maugeri).
2) il Maugeri non ruba soltanto su quote di partecipazione, spedizioni che non esistono, iva non pagata allo stato e via dicendo ma anche su molte altre cose. Ad esempio se andrete in Giappone con lui (lui non sa un emerito cavolo di questo paese e vi raccontera' un marea di balle in merito) vi dira' che c'e' da pagare una certa somma per prenotare l'albergo. Questa somma invece se la intaschera' lui, perche' in genere non c'e' necessita di nessun acconto.
3) Maugeri e' un essere senza scrupoli che si approfitta dell'ingenuita' di chinque per svuotargli fino all'ultimo spiccio il portafogli. Le sue compari, Villanova Togaci & C., non sono da meno.
5) non c'e' nessuna selezione critica. gli artisti contattano Maugeri, Mauugeri li rigira alla Togaci, la Togaci gli fa il conto e li pela per bene. Partecipa chi paga, in denaro contante, per non lasciare tracce, e non chi vale di piu'. La Villanova, colei "che ama l'arte alla follia" (sua affermazione presente nel suo myaspace)non capisce e non e' interessata affatto a capire di arte. Il Maugeri non ne parliamo nemmeno.
4) Sembra che la Villanova stia per spostare certi sui loschi affari a Osaka, in combutta con un italiano stanziato li... molto bene! Suggerrirei a questa simpatica associazione a delinquere di stare molto attenta, probabilmente il Consolato avra' gia' nei suoi casetti un bel dossier su di loro! Un caro saluto a tutti quelli che sono rimasti inculti da questi bastardi.
io, c'e' mancato un pelo!

nottambulo

scusate se mi intrometto nella vostra interessante storia... ho letto ora il bando di questo Maugeri per il prossimo aprile, ma non ci si capisce niente! Ste universita' patrocinano o no? Il testo del bando e' po tutto sgrammatticato... Certo che chi gli risponde e alla fine gli da pure retta e proprio scemo... boooh!

MariaLuisa

Purtroppo chi gli dà retta non è scemo dal momento che Maugeri nelle prime tre mostre aveva davvero a che fare con Istituzioni serie , e lui su quelle fa leva e pubblicità.
L'Università stava iniziando con lui un accordo nel 2008 ma adesso non gli hanno concesso NULLA e stanno prendendo i provvedimenti del caso.
Stiamo avvertendo tutti i Siti che pubblicano le sue false interviste affinchè rimuovano le stesse .Alcuni hanno già provveduto altri dormono ...ma forse sono solo siti fermi che lui usa a suo vantaggio.

marco

Quel "volpone" del Maugeri ha cambiato nuovamente il suo ridicolo bando. Solita solfa, che spero non incanti piu' nessuno, omissione di enti vari eccetera eccetera. Insomma un pietoso tentativo di dare tono e serieta' ad una nuova operazione dell'assocazione a delinquere Maugeri-Villanova & C.(come la chiamava un tipo qualche post piu' su)... speriamo che le vicende giudiziare di questi loschi figuri si concludano molto prima di aprile.
Secondo me non bisognerebbe far cancellare gli interventi di maugeri nei vari blog e con essi le testimonianze delle sue malefatte. Si rischia di cancellari i fatti, la loro cronologia e la memoria di tutto. E' una politica sfavorele per chi e' rimasto fregato e' una sparizione ufficializzata degli atti che incastreranno questa gentaccia.
Nel frattempo faccio seguire per giustizia il testo del bando (ridicoli):

Stiamo preparando la quinta edizione dell'evento:
"ARTE ITALIANA A Fukuoka"
Che si realizzera 'Nella prima decade di aprile 2010
A Fukuoka, Giappone.

L'evento rientra nel progetto di promozione e sviluppo dell'arte e cultura Italiana in Giappone di Alessandro Maugeri & Gioia Villanova, "M A C R O " .

Che Premettendo, per chiarezza, l'evento non e' sponsorizzato , non e 'un concorso, e Pertanto e' un evento di promozione organizzato privatamente E che Richiede, selezione e previa accettazione, per la Partecipazione una quota di adesione.

Il numero dei partecipanti alla collettiva di Arte Varia
Limitato E 'previa uno accederà 15 si e' selezione di una Commissione critica.

Abbiamo inserito una sezione speciale,
riservata alla FOTOGRAFIA
uno di seguito richieste dal Giappone.
Di questa categoria usufruira possibilita 'della' Poter esporre n. 8 opere.

Cerchiamo in tutta Italia Artisti.

Non scrivere su myspace ma per le richieste di informazioni
Un
maugeri5@gmail.com

info:
Alessandro Maugeri
06 51888625
346 2155216

D.ssa Gioia Villanova
Responsabile per l'Italia
gioiavillanova@libero.it
328 5859498
Inviare CV e materiale a:

maugeri5@gmail.com
gioiavillanova@libero.it

nottambulo

comunque anche questo nuovo bando e' un delirio totale... ma non e' che il maugeri ha preso a bere e scrive quando e'completamente ubriaco?

dalla parte delle vittime

Non preoccupatevi può cancellare quello che vuole nei siti per legge le memorie restano basta che un giudice ordini di rispolverarle e inoltre basta che noi salviamo la pagine web prima che lui cambi contenuti.
Ci sono un sacco di mail che lui ha mandato in giro con le sue fandonie.

il lupo perde il pelo ma non il vizio

http://www.gigarte.com/iscritto/index.php?username=alessandromaugeri

The comments to this entry are closed.

Rackets Counter

  • End of the tournament > 2727 rackets strung

Daily News

  • End of the tournament Biggest consumers: R.NADAL (49 rack) V.WILLIAMS (25 rack) Lowest tensions: F.VOLANDRI (16Kg) G.DULKO (18/17Kg) Highest tensions: H.T.LEE (33/27Kg) J.JANKOVIC (32/31Kg)

TF8000: THE weapon

Damien Guinet
un Blog-It Express chez vous ? Blog-It Express

Guestbook